Ti trovi qui:Home»Aree Tematiche»Anagrafe»DAL 16/03/2020 IL COMUNE DI MATERA IN ANPR (Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Venerdì, 27 Marzo 2020 12:53

DAL 16/03/2020 IL COMUNE DI MATERA IN ANPR (Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente)

Il Comune di Matera entra nell’Anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr). Un risultato importante, che apporterà numerose semplificazioni nella gestione dei servizi demografici per i suoi oltre 60.450 abitanti.

Anpr: un passo decisivo nel processo di digitalizzazione del Paese

L’Anpr è la piattaforma nazionale in cui stanno confluendo i dati anagrafici di tutti i residenti in Italia e di coloro che sono inscritti all’A.I.R.E..

Ad oggi, circa 5800 comuni sono subentrati in Anpr (con una popolazione complessiva di quasi 44 milioni) e oltre 700 comuni sono in fase di pre subentro (con una popolazione complessiva di oltre 8 milioni). Si prospetta che, nell’arco di un anno, l’Anpr possa diventare la piattaforma in cui sono raccolti in modo univoco e certo i dati anagrafici di tutti i cittadini italiani. L’attingere a una banca dati unica permetterà di facilitare i processi, rendendo più efficiente l’interoperabilità fra le Amministrazioni.

Quali sono i principali vantaggi di un’Anagrafe nazionale unica?

  • Le procedure anagrafiche sono uniformate e semplificate su tutto il territorio italiano. Sarà possibile effettuare variazioni di residenza e iscrizioni, richiedere il rilascio di carte di identità e di certificazioni, potendo rivolgersi all’ufficio anagrafe di un qualsiasi comune.
  • Non sarà più indispensabile comunicare, ogni volta, i propri dati anagrafici o il cambio di residenza ai vari uffici della Pubblica Amministrazione.
  • Un portale unico (che sarà rilasciato a breve) permetterà ai cittadini di ottenere i propri certificati anagrafici online, senza più bisogno di recarsi allo sportello.