dal_comune.jpg

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Si è svolta nel pomeriggio di oggi la riunione a distanza sul Contatto istituzionale di sviluppo (Cis) per la Basilicata.

Il Sindaco: non esistono città-stato si lavora insieme nel rispetto delle regole. Intensificati i controlli, bisogna restare a casa

“Gli otto nuovi casi di positività al COVID-19 registrati a Matera, tutti appartenenti ad uno stesso nucleo familiare in cui vi era già un componente contagiato, rendono ormai improcrastinabile l’individuazione di strutture di degenza per i positivi al Covid-19 che non necessitano di ricovero ospedaliero”.

Non si ferma l’azione di solidarietà delle imprese materane per dotare di dispositivi anticontagio il personale in prima linea per contrastare la diffusione del virus COVID-19.

Le novità riguardano la bonifica della discarica di La Martella, il Parco della storia dell’uomo e la riqualificazione di alcune aree urbane.

A seguito della nota riguardante il piano di bacino regionale del trasporto pubblico locale, colgo l’occasione per formulare alcune osservazioni in merito.

Istituito dal Comune il servizio di pronta emergenza psicologica

Sono 730 le domande presentate fino ad oggi per usufruire del buono spesa di solidarietà per i cittadini in difficoltà in conseguenza dell’emergenza coronavirus. 

Far leva sulla situazione provocata dall’emergenza coronavirus per sollevare accuse pretestuose sulle presunte non oculate spese del Comune di Matera, è una dimostrazione evidente che, per alcuni consiglieri comunali, l’ossessione per la campagna elettorale permanente, possa degenerare in azioni politicamente discutibili.

Individuare strutture di degenza per ospitare i cittadini contagiati da COVID-19, che non necessitano di ricovero ospedaliero, per consentire loro di osservare un isolamento perfetto.

Il supermercato Interspar effettua una donazione di 1000 euro in buoni spesa ai servizi sociali del Comune