dal_comune.jpg
Ti trovi qui:Home»Dal Comune»Il Ministro Franceschini inaugurerà la Scuola di Restauro il 16 febbraio

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Lunedì, 23 Gennaio 2017 08:42

Il Ministro Franceschini inaugurerà la Scuola di Restauro il 16 febbraio

“Il ministro per i Beni, le Attività culturali e il Turismo, on. Dario Franceschini sarà a Matera giovedì 16 febbraio per inaugurare alle ore 12 la sede materana della Scuola di Alta Formazione dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro”.

Lo annuncia il sindaco Raffaello de Ruggieri che aggiunge: “Tale decisione è maturata nel corso dell’incontro romano tenutosi ieri, 12 gennaio, su mia sollecitazione. Nel corso della riunione, a cui hanno  partecipato il Capo di Gabinetto Giampaolo D’Andrea, il segretario generale del Mibact arch. Antonia Pasqua  Recchia,  la direttrice dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro  arch. Gisella Capponi  e la direttrice della sede materana dr.ssa Giovanna Palma, è stato definito il programma della visita del Ministro e il ruolo che la Scuola dovrà esprimere a livello nazionale e internazionale.
“Come è noto – prosegue il sindaco – la sede meridionale dell’Iscr,  ospitata nello storico edificio comunale di Santa Lucia al Piano, dovrà divenire non solo un’area formativa di eccellenza per i futuri operatori della conservazione del patrimonio culturale  ma anche un centro di innovazione e di ricerca per la messa a punto  delle nuove tecnologie da applicare per la tutela dei beni culturali.
Sarà, quindi, una piattaforma formativa e tecnologica al servizio del Mezzogiorno, dell’Italia e dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo.
In tale occasione la comunità materana potrà apprezzare la qualità dell’edificio e degli spazi didattici.
La scuola – agiunge il sindaco – sarà dedicata a Michele D’Elia, prima Soprintendente lucano e poi  Direttore dell’Istituto Centrale del Restauro, il quale fu uno dei fautori di tale iniziativa”.