dal_comune.jpg
Ti trovi qui:Home»Dal Comune»IL SINDACO DE RUGGIERI ALLA FIRMA DELL’ACCORDO QUADRO A POLICORO

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Lunedì, 22 Gennaio 2018 18:26

IL SINDACO DE RUGGIERI ALLA FIRMA DELL’ACCORDO QUADRO A POLICORO

Il Sindaco di Matera Raffaello de Ruggieri, stamane, nella Sala Consiliare del Comune di Policoro, è intervenuto nell’incontro tenutosi per la firma dell’Accordo Quadro del “Progetto culturale Basilicata – Matera 2019 – Magna Grecia”.


"Un ringraziamento a chi ha voluto questa forte alleanza istituzionale e culturale - ha esordito de Ruggieri -, in particolar modo al Sottosegretario Vito De Filippo, per aver concertato e armonizzato questi interessi, al Presidente della Regione Marcello Pittella e alla Rettrice Aurelia Sole per la loro presenza che segna il valore e l’attenzione istituzionale su questo percorso. Un saluto all’amico Sindaco di Policoro, perché la mia presenza qui, ancora una volta, ribadisce il concetto che Matera non può vivere nel cortile del suo successo ma deve espandere questa presenza nella sua provincia e nella Regione. Se dovessimo isolarci, falliremmo la nostra missione che è quella di aprire gli orizzonti, quegli stessi orizzonti che in tempi lontani, in maniera volontaristica, sono stati aperti dal Circolo Velico di Policoro e dal Circolo La Scaletta di Matera. Che cosa significa questo incontro? Che si apre uno scenario in cui la Basilicata diventa un attrattore di attenzioni della scuola nazionale. Attraverso questo veicolo di alleanza con il Ministero, noi entriamo in rapporto con il mondo infinito della scuola nazionale che poi si riversa di rimbalzo su quella europea. Si apre - ha continuato il Sindaco di Matera - uno scenario di rapporti interpersonali, di rapporti amicali e rapporti di studio, di cultura, ma soprattutto un confronto per far sì che i giovani d’Italia entrino in questo palcoscenico che si chiama Basilicata e da questo e su questo, si tramutino da spettatori in attori. Attori attraverso l’operazione del rapporto scuola-lavoro, attraverso la possibilità di trovare in questi luoghi stimolazioni per costruire il loro futuro di lavoratori e dunque di professionisti. Questo è lo scenario su cui noi ci muoviamo ed è uno scenario che porta ad esaltare il valore promozionale di questa terra. Come non ricordare a tal proposito Dinu Adamesteanu quando parlava di una Terra incognita che lui volle trasformare in Terra cognita. Noi dobbiamo essere portatori sani di valori e trasferirli con visioni e azioni per costruire insieme a questi giovani le nuove tensioni del futuro utilizzando le vocazioni di questo territorio. Questo odierno - conclude de Ruggieri -, è un incontro di prospettive per trasformare la visione in azione e questa in potenziale di crescita, di sviluppo, di lavoro".