dal_comune.jpg
Ti trovi qui:Home»Dal Comune»Consoli di Croazia, Portogallo, Albania e Paesi Bassi in visita dal sindaco

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Giovedì, 12 Maggio 2016 10:30

Consoli di Croazia, Portogallo, Albania e Paesi Bassi in visita dal sindaco

Un patto d’azione che unisca realtà differenti come Matera, la Croazia, i Paesi Bassi, il Portogallo e l’Albania.

E’ uno degli aspetti che, nei prossimi tempi potrebbero essere messi a punto e che sono emersi nel corso dell’incontro che si è svolto al Comune con i Consoli dei rispettivi Paesi che si sono confrontati con il sindaco Raffaello de Ruggieri, il Segretario generale Mariella Ettorre e il Capo di Gabinetto Maria Rita Iaculli. Rosa Alò (Console di Croazia in Puglia), Savino Cannone (Console di Albania per Puglia e Molise), Massimo Salomone (Console dei Paesi Bassi e Segretario generale del Corpo consolare di Puglia, Basilicata e Molise) e Pierluigi Rossi (Console del Portogallo) hanno infatti illustrato al sindaco di Matera le potenzialità su cui si potrà puntare per creare una vera e propria rete d’azione in grado di supportare Matera nella sua corsa verso il 2019, ma anche di creare e sviluppare le condizioni per investire sul futuro attraverso l’industria creativa, strumento di straordinario valore su cui intervenire.

Nel corso dell’incontro, a cui era assente per motivi professionali Vincenzo Cannone (Console dell’Albania per la Basilicata e delegato del Corpo Consolare) sono stati numerosi gli aspetti sui quali il sindaco si è soffermato, con particolare riferimento agli aspetti culturali che uniscono le differenti realtà e che, per Matera, rappresentano il fulcro sul quale puntare.

Produzione e non consumo di eventi, ha sottolineato ancora una volta Raffaello de Ruggieri che ha anticipato la volontà di approfondire il rapporto con i Paesi rappresentati dai Consoli in visita nella città dei Sassi.