dal_comune.jpg
Ti trovi qui:Home»Dal Comune»Mobilità, sicurezza, accessibilità: il 19 gennaio in sintesi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Giovedì, 17 Gennaio 2019 19:16

Mobilità, sicurezza, accessibilità: il 19 gennaio in sintesi

COMUNE DI MATERA -  IL SINDACO

Comunicato Stampa

Mobilità, sicurezza, accessibilità: il 19 gennaio in sintesi

Mobilità, sicurezza e accessibilità. Il 19 gennaio la città mostrerà un volto diverso per permettere lo svolgimento della cerimonia inaugurale dell’anno di Matera Capitale nella massima sicurezza.
Le misure previste sono state illustrate nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato: gli assessori comunali Angelo Montemurro, Nicola Trombetta, Mariangela Liantonio e Giuseppe Tragni, il Comandante della Polizia locale, Michele Maiullari, il Sostituto Commissario della Polstrada, Arcangelo Mele, il direttore generale della Fondazione Matera-Basilicata 2019, Paolo Verri e il responsabile della sicurezza dell’evento, Rocco Sassone.

Mobilità Urbana

Il piano di mobilità urbana, come in occasione del Capodanno Rai, prevede l’istituzione temporanea del divieto di sosta dei veicoli dalle ore 8 del 19 gennaio alla 1 del 20 gennaio, nell’area delimitata da Via XX settembre e Via Lucana e comprendente tutto il centro storico. Dalle ore 14, sempre nella stessa area, sarà vietata anche la circolazione dei veicoli.
Nei Sassi il divieto di transito e di sosta sarà attivo dalle 14 alle 20 per tutti i veicoli senza eccezioni nella giornata del 18 gennaio, e dalle 10 alle 22 nella giornata del 19 gennaio. Resteranno libere da divieti Via Aldo Moro e Via Rosselli.
Per limitare i disagi e per permettere a tutti di fruire degli spettacoli previsti è stato istituito un servizio navetta gratuito che sarà attivo da Piazza Matteotti e dall’area mercatale della zona Paip 2 verso la Cava del Sole, dalle ore 9 alle ore 10.45. Transiteranno con una frequenza di 15 minuti ed effettueranno le corse di ritorno per Piazza Matteotti e per l’area mercatale, dalle ore 12 alle ore 14.
Nel pomeriggio del 19 gennaio, le navette partiranno solo dalla zona Paip 2 verso Piazza Matteotti e ritorno, dalle 17 alle 24 sempre con frequenza di passaggio di 15 minuti.
Nell’area Sud della città, non essendo disponibile il parcheggio dell’ospedale Madonna delle Grazie, sarà possibile fruire gratuitamente delle corse ordinarie bus (linea 1, 6bis e 8) che funzioneranno come delle circolari: passeranno ogni 20 minuti e avranno come capolinea il piazzale davanti alla Provincia.
Tutti i bus del trasporto pubblico locale, grazie al contributo offerto dalla società Miccolis, dalle ore 14 del 19 gennaio e fino al termine del servizio, saranno gratuiti.
Il 18 gennaio, dalle 14 alle 20, i residenti dei Sassi potranno fruire del parcheggio interrato del Comune. Il 19 gennaio la possibilità di fruire gratuitamente dei parcheggi comunali è consentito a tutti i residenti nelle aree in cui sono disposti i divieti di sosta.
Le auto che trasportano le persone con diversa abilità, che hanno richiesto del pass di accesso in piazza San Pietro Caveoso, potranno sostare in Via Amendola e in Via Stigliani dove usufruiranno del servizio navetta a loro dedicato dalle ore 15 alle ore 16.
Nei quartieri interessati dagli spettacoli, sono previsti piccoli tratti di divieto di sosta per consentire il parcheggio di due bus che trasportano i musicisti che dovranno esibirsi nelle strade di ciascun rione.

Mobilità extraurbana

Sulla Statale 7 il traffico pesante, quello dei mezzi a pieno carico superiore alle 3,5 tonnellate, proveniente da Taranto sarà deviato lungo la Provinciale per Gioia del Colle e, percorrendo una serie di strade secondarie, immesso sulla Statale 99.
I veicoli e i bus saranno indirizzati verso la strada comunale Pantano per accedere alla Statale 99 dalla Provinciale 42, in contrada Rondinelle. Le strade saranno pattugliate dalla Polizia Stradale, dalla Polizia Provinciale e da volontari.
La viabilità lungo il tratto comunale della strada Statale 7, dal bivio di Via San Vito alla Cava del Sole, sarà interdetta al transito veicolare. L’area sarà interamente pedonale e vi si potrà accedere solo tramite navetta visto che i pedoni non potranno percorrere Via San Vito.

Accessibilità nelle aree degli eventi

Nella mattinata, per gli eventi previsti alla Cava del Sole, sarà consentito l’accesso ad un massimo di 3400 persone. Quando si raggiungerà la capienza massima prevista non sarà possibile raggiungere l’area attraverso le navette istituite dal Comune.
Per la cerimonia del pomeriggio in Piazza San Pietro Caveoso la capienza prevista è di 4500 presenze (600 ospiti istituzionali, 600 artisti e 3200 spettatori).
Gli accessi nei Sassi saranno consentiti solo da 4 punti del Piano.
Gli ospiti istituzionali usufruiranno del varco di Calata Ridola (Palazzo Lanfranchi), gli artisti da Gradoni Municipio (Conservatorio Piazza Sedile).
Gli spettatori possessori di pass per l’area gialla (2500 in tutto) entreranno da via D’Addozio e saranno accompagnati per gruppi fino alla loro postazione. Gli 800 possessori del pass arancio accederanno all’area loro riservata da Gradoni Arco del Sedile e Vico Giumella.
Per l’evento serale di Piazza Vittorio Veneto non sono previste prescrizioni particolari. L’area sarà transennata per motivi di sicurezza per permettere lo svolgimento dello spettacolo. La Piazza sarà chiusa quando sarà raggiunta la capienza massima consentita che sarà valutata dai responsabili della sicurezza e dalle Forze dell’Ordine.

Servizi Igienici

I bagni pubblici saranno aperti con orario continuato e saranno allestiti bagni chimici per le necessità degli ospiti e degli spettatori. Il Comune ha previsto un servizio di pulizia straordinaria della città e di svuotamento dei cassonetti. L’invito ai cittadini è quello di rispettare le regole per il conferimento dei rifiuti e, qualora i contenitori siano stati spostati per motivi di sicurezza, di individuare le isole ecologiche più vicine evitando di abbandonare i rifiuti indiscriminatamente.

 IMG 0324

 

Matera 16 gennaio 2019