dal_comune.jpg
Ti trovi qui:Home»Dal Comune»Gestione rifiuti Sub Ambito 1, l’assessore Tragni: il Comune di Matera non è responsabile di eventuali criticità nell’attuazione del servizio

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Mercoledì, 05 Febbraio 2020 09:15

Gestione rifiuti Sub Ambito 1, l’assessore Tragni: il Comune di Matera non è responsabile di eventuali criticità nell’attuazione del servizio

“Al Comune di Matera non può essere addebitata alcuna strumentale responsabilità nell’attuazione del servizio di gestione dei rifiuti del Sub ambito Matera 1, che attiene ad un contratto tra due diversi soggetti: Sub ambito e Cns”.


E’ quanto sostiene l’assessore all’Ambiente, Giuseppe Tragni, in risposta alle dichiarazioni rilasciate dai consiglieri regionali, Enzo Acito e Giammichele Vizziello, a margine dell’incontro in Regione per fare il punto della situazione sull’avvio del servizio di raccolta differenziata porta a porta.
“Esiste un capitolato di gara che non fa riferimento alla disponibilità dell’impianto di La Martella per il trattamento dei rifiuti rivenienti dalla gestione dei Comuni del sub ambito 1 ed esiste un contratto firmato dalla società che si è aggiudicata la gara che certifica questa indisponibilità. Il Comune di Matera – sottolinea Tragni – non intende entrare in una vicenda che attiene esclusivamente alla gestione imprenditoriale del Consorzio aggiudicatario che deve tener conto delle previsioni di gara e delle prescrizioni del contratto. Non è accettabile – conclude Tragni - che si speculi, diffondendo notizie non vere solo per fini elettorali, su un argomento così delicato per i cittadini. Siamo, come sempre disponibili a confrontarci e ad illustrare la reale situazione ai tavoli che la Regione intenderà convocare”.