dal_comune.jpg
Ti trovi qui:Home»Dal Comune»Contrasto all’evasione della tassa di soggiorno e dei tributi comunali, incontro Comune-Guardia di Finanza

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Mercoledì, 05 Febbraio 2020 17:46

Contrasto all’evasione della tassa di soggiorno e dei tributi comunali, incontro Comune-Guardia di Finanza

Il Comune di Matera, la società Servizi locali e il Comando provinciale della Guardia di Finanza, hanno definito e messo a punto ulteriori azioni di contrasto all’evasione e all’elusione della tassa di soggiorno e dei tributi comunali.

La decisione è scaturita nel corso di un incontro che si è svolto nella mattinata di oggi nella sede comunale, a cui hanno preso parte l’Assessore al bilancio, Eustachio Quintano, il Dirigente Settore Bilancio, Delia Tommaselli, il Funzionario dell’Ufficio Tributi, Michele De Bonis, con i propri collaboratori e i rappresentanti della società Servizi locali SpA affidataria del servizio di supporto ed affiancamento dell’Ufficio tributi, Emanuele Carratta e Giovanna Andrulli, e per il Comando della Guardia di Finanza di Matera il Capitano Beatrice Perciante.
“Dopo i risultati ottenuti con l’incrocio delle banche dati del Suap e dell’anagrafe tributaria, con gli elenchi estrapolati da alcuni siti di gestori di portali telematici (booking, tripadvisor) – sottolinea l’assessore Quintano - il Comune di Matera e la Guardia di Finanza continuano a dare impulso ad un rapporto di collaborazione che ha già prodotto per le casse comunali un aumento progressivo del gettito dell’imposta nell’arco degli ultimi due anni. Si tratta di risultati rilevanti che rappresentano per l’ente uno stimolo ulteriore per rendere ancora più efficienti ed efficaci le iniziative adottate nell’ambito della lotta all’evasione fiscale, al fine di realizzare concretamente l’agognata equità fiscale. Nel corso dell’incontro sono state messe a punto ulteriori azioni che verranno attivate anche in forza delle recenti disposizioni fiscali intervenute in materia di cooperazione tra soggetti pubblici e condivisione dei dati tra i diversi enti istituzionali coinvolti nel controllo delle strutture ricettive”.