dal_comune.jpg
Ti trovi qui:Home»Dal Comune»Regolamento urbanistico, il Sindaco plaude al rinnovato spirito di armonia del consiglio comunale

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Venerdì, 07 Febbraio 2020 09:10

Regolamento urbanistico, il Sindaco plaude al rinnovato spirito di armonia del consiglio comunale

Il Consiglio comunale di Matera, nella seduta di ieri, ha approvato all’unanimità la “maxi scheda 23” che contiene una serie di provvedimenti per il riallineamento del Regolamento urbanistico adottato, alle prescrizioni indicate dalla conferenza di pianificazione propedeutiche all’approvazione definitiva del provvedimento.


La “maxi scheda” contiene le correzioni, gli aggiornamenti e i recepimenti, apportati dal pianificatore in collaborazione con l’Ufficio urbanistica, per rendere lo strumento coerente con lo stato attuale dei luoghi e con i provvedimenti e le decisioni della conferenza.
Il lavoro di approvazione del Regolamento urbanistico proseguirà con la discussione delle norme e delle circa 120 osservazioni al Piano presentate da privati, da ordini e istituzioni.

“Sconfitte le fibrillazioni preelettorali – ha sottolineato il Sindaco Raffaello de Ruggieri – il consiglio comunale ha ritrovato l’armonia e l’intesa necessarie per affrontare, nell’interesse generale, lo strategico tema dell’approvazione del nuovo Regolamento urbanistico. Questo rinnovato e diffuso senso di responsabilità da parte dei consiglieri comunali di maggioranza e di opposizione merita di essere segnalato come una testimonianza concreta di democrazia partecipata. Per questo sento il dovere politico, civile e morale di ringraziare i protagonisti tutti, senza distinzione di appartenenza, per aver espresso in modo unitario, dopo un lungo confronto di posizioni, un alto livello di qualità decisionale”.