dal_comune.jpg
Ti trovi qui:Home»Dal Comune»Indennità. Il sindaco chiarisce la vicenda

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Lunedì, 22 Agosto 2016 09:48

Indennità. Il sindaco chiarisce la vicenda

“Nessun aumento  né per il Capo di gabinetto né per il responsabile della Programmazione strategica e dei Fondi europei,  componenti dell’Ufficio di staff”.

Lo precisa il sindaco Raffaello de Ruggieri dopo “L’ennesima infondata denuncia del “Verde”, Giovanni Angelino il quale, ancora una volta, è vittima di  un colpo di sole. Infatti con questo provvedimento – chiarisce il sindaco – abbiamo scritto la parola fine ad una prassi illegittima, consentita dal precedente governo comunale e censurata dalla Corte dei Conti, che aveva riconociuto  al personale dipendente dell’ente, distaccato presso lo staff del sindaco, un’indennità fissa mensile  che la legge concede solo agli esterni in virtù della precarietà del rapporto. In passato,  a contare su questo privilegio erano  circa una quindicina di dipendenti - prosegue il sindaco – D’ora in avanti per  le 5 unità (due autisti, due segretari e un unità multifunzionale), inserite nel progetto di miglioramento, si apre una procedura di controllo delle prestazioni che dovrà essere validata dal Nucleo di valutazione sulla base di significativi aumenti delle prestazione lavorative  in vista di Matera 2019. In questa prospettiva le somme  impegnata di  23.700 euro oltre oneri e Irap (per un totale lordo di 31.356 euro) saranno rese disponibili  solo a consuntivo e saranno erogate ai dipendenti in seguito ai risultati conseguiti e certificati dagli organi di controllo.
Diffondere, quindi – conclude il sindaco -  notizie false e tendenziose che giocano sulla fase di difficoltà economica che vive il nostro territorio, pur di screditare l’operazione di risanamento svolta da questa amministrazione, non fa bene a nessuno e contribuisce alla disinformazione dei cittadini.
Bisogna, al contrario,  che essi sappiano che non è stato avallato alcun privilegio ma che  è stato riconosciuto l’impegno professionale e umano di cinque dipendenti comunali al lavoro  in una struttura di grande responsabilità come quella dello staff del sindaco, e gratificati con un trattamento economico accessorio quale eventuale premio di produttività”.