Ti trovi qui: Comune La Città Visitare i musei
Venerdì 25 Marzo 2011 11:29

Visitare i Musei

Scritto da  Ufficio Stampa
  • Stampa
  • E-mail
Ingresso del Museo "Domenico Ridola" Ingresso del Museo "Domenico Ridola"

Museo Archeologico Nazionale "Domenico Ridola"
Via Ridola, 24 - Tel. e Fax +39  0835 310058

Apertura: tutti i giorni, 9:00-20:00; lunedì 14:00-20:00
Chiusura: lunedì mattina, 25/12 e 1/1
Prezzo biglietti: intero € 2,50, ridotto € 1,25, gratuito 65anni
Note: sono visitabili i siti archeologici di Murgia Timone, Timmari e Murgecchia. Visita gratuita previo accordo con il Sig. Lionetti (Tel. 0835 310058)

Il Museo Nazionale "Domenico Ridola", istituito il 9 febbraio 1911, ha avuto origine grazie alla donazione allo Stato della collezione di reperti archeologici, raccolti dal Senatore Ridola, durante la sua attività di ricerca. Il primo nucleo del museo venne collocato nel seicentesco ex-convento delle Clarisse e conteneva materiali dal Paleolitico all'età del Bronzo, ed esposti in vetrine di legno.

A metà degli anni '50 vennero aggiunte nuove sale al Museo e, nel 1976, con l'inaugurazione di un nuovo allestimento dedicato ai reperti di varie zone del materano, si ebbe un'ulteriore allargamento del museo stesso. Con l'espandersi della sua collezione interna il museo ha subito una nuova modifica strutturale nel 1985 con la costruzione di nuovi uffici, laboratori e magazzini. Attualmente sono conservati all'interno dell'edificio i reperti di età preistorica raccolti dal Ridola insieme ai recenti ed importanti rinvenimenti di Trasano, tra cui un raro forno databile al Neolitico Antico.

[fonte APT Basilicata]

Museo Nazionale d'Arte Medievale e Moderna della Basilicata

Piazza Pascoli, 1 (presso Palazzo Lanfranchi)
Tel. +39 0835 310137 - +39 0835 256262
Fax +39 0835 256262 int. 13
E-mail: segreteria.museo@artimatera.it
Apertura: tutti i giorni, 9:00-13:00 e 16:00-19:00
Chiusura: lunedì
Prezzo biglietti: intero € 2, ridotto 65anni

Inaugurato il 6 Maggio del 2003 presso il palazzo Lanfranchi a Matera, il Museo Nazionale d'Arte Medievale e Moderna della Regione Basilicata è suddiviso in tre sezioni. La prima raccoglie quadri, sculture lapidee, statue in legno, argenti ed affreschi provenienti da tutto il territorio regionale. Sono più di 100 le opere d'arte esposte in questa sezione, realizzate in un arco temporale che va dal Medioevo al Settecento.

La seconda sezione è dedicata alla Collezione D'Errico; sono esposti 70 dipinti messi a disposizione dall'omonimo Ente Morale, che ha sede a Palazzo S. Gervasio.Nella terza ed ultima sezione è prevista l'esposizione di 44 opere di Carlo Levi.L'edificio che ospita il Museo ha due chiese annesse. Di queste quella di Santa Maria De Armenis sarà subito aperta al pubblico, mentre quella della Madonna del Carmine, da adibire ad auditorium, è attualmente in restauro.

[fonte APT Basilicata]

 

MUSMA - Museo della Scultura Contemporanea di Matera

Palazzo Pomarici, Rione Sassi
Cell. 366 9357768
E –mail: info@musma.it
Sito web: www.musma.it
Apertura: Tutti i giorni, Ottobre-Marzo 10.00 - 14.00, Aprile-Settembre 10.00 - 14.00/16.00 - 20.00
Chiusura: Lunedì
Prezzo biglietti: Intero 5 €; Ridotto 3.50 €,
Visite guidate su prenotazione 25 €, (max 25 persone)

Il Museo della Scultura Contemporanea -  Matera, originale 'museo in grotta' gestito dalla cooperativa Synchronos dal 2011, è inserito nella suggestiva cornice del seicentesco Palazzo Pomarici. Un museo unico per la perfetta simbiosi tra le sculture ed alcuni tra i più caratteristici luoghi scolpiti nel cuore dei Sassi: gli spazi museali, infatti, coprono non solo le aree edificate del palazzo, ma anche i vasti ipogei scavati, dove le opere d'arte esposte vengono rigenerate dalla suggestione e dalla forza degli ambienti rupestri.

Palazzo Pomarici, con una superficie di 1500 mq, ancora oggi è definito dall'immaginario collettivo "Il Palazzo delle Cento Stanze". Dalla corte principale si accede a sette ampie grotte modellate nella roccia. Alcune sale del piano inferiore offrono raffinate pitture murali recentemente restaurate tra cui sono leggibili ritratti, decorazioni, scene bucoliche e di caccia. Attraverso la signorile gradinata di pietra si giunge al salone delle feste e ai numerosi appartamenti del piano nobile.

Il MUSMA, curato da Giuseppe Appella, è stato realizzato dalla Fondazione Zétema con l'Alto Patrocinio del Comune di Matera e del Circolo Culturale La Scaletta che hanno dato degna collocazione a più di 350 opere in bronzo, marmo, ferro, terracotta, gesso, legno, cartapesta, disegni ed incisioni datate dalla fine dell'800 ai giorni nostri: un patrimonio di sculture proveniente da donazioni delle famiglie degli artisti, collezionisti privati, critici d'arte, gallerie nazionali ed internazionali e dallo stesso  Circolo La Scaletta che dal 1978 promuove Le Grandi Mostre nei Sassi di Matera.

La Biblioteca Scheiwiller, inoltre, con più di 3000 volumi, raccoglie una ricca collezione di monografie, cataloghi e libri d'arte donati dalla moglie del noto editore Milanese.

 

Museo laboratorio della civiltà contadina

Via S. Giovanni Vecchio, 60
Tel.  +39 0835 385248 Cell. +39 328 6113454
Email: info@museolaboratorio.it - Sito: www.museolaboratorio.it
Ingresso: 2 €

Ultima modifica Martedì 09 Luglio 2013 11:21