Ti trovi qui: Comune La Città Visitare i musei Visualizza articoli per tag: carro della bruna
Visualizza articoli per tag: carro della bruna
Domenica 8 Luglio 2012, per festeggiare l’Ottava della Festa in onore della Santa patrona di Matera, la Madonna SS. della Bruna, al termine delle funzioni religiose e prima dello spettacolo pirotecnico, la Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoatropologici della Basilicata e il Comune di Matera inaugurano alle ore 21.30 nella Chiesa del Carmine di Palazzo Lanfranchi, una grande mostra di cartapeste strappate dai Carri trionfali dedicati alla Madonna della Bruna, tra le quali spiccano anche alcune statue che decoravano il Carro di quest’anno.
Pubblicato in Notizie

Continua l'afflusso record a Torino, cuore delle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia. E continua a suscitare interesse il Carro della Bruna di Matera. Infatti, la mostra "Fare gli Italiani" al centro della quale è esposto il manufatto di cartapesta, in appena dieci giorni dalla data di inaugurazione, ha registrato ben 39 mila ingressi.

Pubblicato in Notizie

Non ha nascosto l'emozione Sergio Chiamparino, sindaco di Torino, presidente dell'Anci e presidente del Comitato Italia 150, nell'ammirare il carro della Bruna di Matera, al centro dell'esposizione allestita negli spazi delle Officine Grandi Riparazioni, a Torino, inauguratasi in serata. Dopo il taglio del nastro, infatti, il sindaco di Matera, Salvatore Adduce, ha accompagnato Chiamparino ad ammirare il manufatto di cartapesta inserito in un contesto multimediale con pezzi del carro appesi a richiamare l'effetto della sua distruzione e un videoart su cui scorrevano immagini della processione. Il carro, infatti, è stato inserito al centro della sezione dedicata alla spiritualità.

Chiamparino, dopo aver ringraziato dal palco inaugurale il sindaco di Matera per la sua presenza all'iniziativa, ha voluto fermarsi davanti al carro per circa un'ora.

Chiamparino non ha nascosto la commozione davanti all'imponenza del carro trionfale e alla sapienza degli artigiani materani. "Abbiamo voluto collocare questo carro al centro dell'esposizione perché con i suoi simboli rappresenta una sintesi straordinaria della storia dell'Unità d'Italia che va oltre i 150 anni. Ed è significativo – ha aggiunto Chiamparino – che questo apporto arrivi da una straordinaria città del Sud in questo complicato momento storico".

A Chiamparino il sindaco ha illustrato la storia del carro e della Festa invitandolo il 2 luglio a Matera.

Ad ammirare il carro anche Luciana Littizzetto al quale Adduce ha raccontato la particolarità di Matera e le ragioni per cui la città intende candidarsi a capitale europea della Cultura 2019. E di fronte all'imponenza del carro Litizzetto non ha mancato di fare una delle sue battute: "Meno male che il carro della Bruna è di cartapesta e non in ghisa altrimenti sarebbe stato difficile distruggerlo in piazza".

Alla visita hanno partecipato, fra gli altri, anche i curatori della mostra, il direttore artistico, Paolo Rosa, e Piero Fassino.

"Abbiamo voluto fortemente questa iniziativa – ha detto Adduce – perché la presenza di Matera alla grande esposizione "Fare gli Italiani" con uno dei suoi simboli principali come il carro della Bruna, rappresenta uno straordinario momento di promozione della città, della sua storia, della sua identità culturale in un contesto multimediale di grande creatività. Una vetrina straordinaria e un altro importante passo verso la candidatura di Matera a Capitale europea della Cultura 2019".

All'incontro anche il presidente della Camera di Commercio, Angelo Tortorelli, il vicepresidente del Consiglio regionale, Romeo Sarra, e Marta Ragozzino, soprintendente ai Beni artistici, storici, ed etnoantropologici della Basilicata. "Questa bellissima operazione culturale – ha detto Ragozzino - è un omaggio alla sapienza dei nostri artigiani a cui abbiamo offerto un luogo, uno spazio, per esprimersi. Ed è il risultato di una straordinaria sinergia fra la soprintendenza, il Comune, la Camera di commercio di Matera, la Regione. Filo conduttore il viaggio, quello del carro e quello di Matera a capitale europea della Cultura 2019".

Pubblicato in Notizie

Il sindaco di Matera, Salvatore Adduce, la Soprintendente ai Beni artistici, storici, ed etnoantropologici della Basilicata, Marta Ragozzino, e il presidente della Camera di Commercio, Angelo Tortorelli, domani, 16 marzo, alle 17.30, alle Officine Grandi Riparazioni di Torino, parteciperanno alla cerimonia di inaugurazione della mostra "Fare gli italiani – 150 anni di storia nazionale" dove è in esposizione il Carro trionfale in cartapesta della Madonna della Bruna.

A tagliare il nastro dell'iniziativa saranno Sergio Chiamparino, sindaco di Torino e presidente del Comitato Italia 150, Roberto Cota, presidente della Regione Piemonte e vicepresidente del Comitato Italia 150, Antonio Saitta, presidente della Provincia di Torino.

Il carro di cartapesta sarà in esposizione fino al 20 novembre.

"Si tratta – afferma il sindaco Adduce - di una iniziativa particolarmente importante che rilancia il ruolo di Matera nel panorama culturale del Paese attraverso il suo simbolo più evocativo come il Carro della Bruna, realizzato nel laboratorio di restauro della Soprintendenza. La presenza così rilevante del manufatto di cartapesta rappresenta uno straordinario momento di promozione della città e una tappa importante del percorso di candidatura di Matera a Capitale europea della cultura 2019".

La mostra racconta la storia dell'Italia dall'Unità nazionale a oggi: non una successione di avvenimenti, ma una storia di persone. I protagonisti sono gli Italiani, considerati nella loro diversità e raccontati in tutte quelle fasi che li hanno visti unirsi in un sentimento di comune appartenenza. Queste tappe fanno parte di un percorso lungo 150 anni durante il quale "siamo diventati italiani".

Per raccontare questo secolo e mezzo di storia unitaria in modo critico, la mostra mette in scena i principali elementi che hanno tenuto insieme gli Italiani e i fattori che, viceversa, hanno mantenuto o alimentato divisioni, rappresentandoli attraverso una pluralità di narrazioni e di linguaggi. L'allestimento multimediale, creativo e tecnologico invita il visitatore a scegliere i propri percorsi e ad esplorarli in modo interattivo, lungo due direttrici che corrono parallele. La prima è il filo cronologico, una sequenza di date che richiamano gli avvenimenti più importanti della storia italiana e accompagnano l'intera mostra. La seconda è costituita da tredici "isole tematiche", dedicate ai fenomeni che maggiormente hanno influito sul profilo degli Italiani: Italia delle città, campagne, scuola, chiesa, migrazioni, Prima Guerra Mondiale, Seconda Guerra Mondiale, partecipazione politica, mafie, fabbriche, consumi, trasporti, mezzi di comunicazione di massa.

Pubblicato in Turismo e cultura

"Il Comune di Matera esprime soddisfazione per la partecipazione del Comieco, il Consorzio nazionale recupero e riciclo imballaggi su base cellulosica, alla realizzazione del Carro della Bruna". Lo ha detto l'assessore comunale all'Ambiente, Giuseppe Falcone, che ha portato i saluti del sindaco, Salvatore Adduce, impegnato a Roma per la firma della Carta di Matera, alla conferenza stampa sul carro della Bruna svoltasi stamane nella sede della Camera di commercio.

"La partecipazione delle imprese private a sostegno della Festa della Bruna – ha aggiunto Falcone – è diventato, ormai, un obiettivo irrinunciabile visto che nel tritacarne dei tagli dei trasferimenti statali alla Regione Basilicata, per un totale di 113 milioni di euro, rischiano di finire anche i sostegni ad eventi del genere. Sono certo, tuttavia – ha aggiunto Falcone – che la Camera di commercio di Matera, attraverso il suo rinnovato protagonismo, riuscirà a individuare adeguate risorse finanziarie perchè la giornata più importante dei materani possa svolgersi nel pieno rispetto della tradizione, a partire dal suo principale simbolo, il Carro della Bruna".

Pubblicato in Igiene ambiente