lavori_pubblici.jpg
Ti trovi qui:Home»Lavori Pubblici e Urbanistica»Cominciati i lavori di riqualificazione di via Casalnuovo
Venerdì, 03 Marzo 2017 11:26

Cominciati i lavori di riqualificazione di via Casalnuovo

Sono cominciati i lavori di riqualificazione di via Casalnuovo e dei collegamenti viari adiacenti aggiudicati alla ditta Salvatore Traetta di Altamura per un importo complessivo di 228 mila euro.


L’intervento prevede il restauro e il  rifacimento  del piazzale che funge da copertura al parcheggio pubblico di via Casalnuovo, il rifacimento e  la messa in sicurezza delle due rampe carrabili di accesso che collegano a via Lucana, il rifacimento delle due scalinate pubbliche che collegano via Lucana e via Casalnuovo, la riqualificazione di alcuni tratti di marciapiede che versano in stato di precarietà, lungo via Casalnuovo e interventi di ripristino all’interno del parcheggio.
La progettazione definitiva ed esecutiva è stata eseguita dall’arch. Valeria Presta, responsabile del procedimento è l’ing. Emanuele Lamacchia Acito.
I lavori consentiranno di rifare il basolato che pavimenta l’area sovrastante il parcheggio per risolvere i problemi di infiltrazione che ne hanno pregiudicato l’utilizzo; sarà così possibile giungere alla fruizione in sicurezza delle due rampe scala pubbliche che consentono l’accesso ai Sassi da via Lucana e sono attualmente parzialmente interdette. La pavimentazione dei marciapiedi verrà sostituita da chiancarelle per consentirne l’utilizzo più adatto.
L’esecuzione sarà segmentata, così come già accaduto per altri cantieri, per evitare disagi ai cittadini e ai turisti e, dove possibile, si consentirà l’attraversamento delle aree di cantiere.
“Stiamo proseguendo un’azione di riqualificazione profonda delle aree più suggestive della città – spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Michele Casino – che rappresentano il biglietto da visita del centro storico. Le azioni terranno in considerazione, come sempre, le esigenze dei residenti e anche quelle di una fruibilità adeguata da parte dei turisti senza, per questo, vietare la visita di luoghi così carichi di significato per la storia della nostra città. Nel complesso – conclude l’assessore Casino – obiettivo è quello di integrare le reciproche necessità, tenendo sempre presente il ruolo che Matera svolgerà nel 2019, come Capitale europea della Cultura”.