mobilita.jpg
Ti trovi qui:Home»Mobilità»Il sindaco sul mancato incontro con Trenitalia
Venerdì, 15 Aprile 2016 13:56

Il sindaco sul mancato incontro con Trenitalia

“L’affronto fatto dalla dirigenza di Trenitalia alla comunità lucana è di una gravità inqualificabile”.

Così il sindaco Raffaello de Ruggieri commenta il mancato incontro fra i sindaci lucani in delegazione a Roma e i vertici della società.

“Ieri una delegazione della Basilicata, guidata dall’assessore Aldo Berlinguer con i due presidenti delle province lucane e con molti sindaci del territorio, giunta a Roma per segnalare le deficienze dei collegamenti ferroviari lungo la tratta Taranto-Potenza-Napoli-Roma, è stata disinvoltamente messa alla porta dai responsabili di una società fittiziamente privata, ma che si ciba di risorse pubbliche.

L’autorevole delegazione lucana aveva l’obbligo di trasferire la decomposizione ferroviaria che tutti gli utenti soffrono nel momento in cui utilizzano l’Intercity 700 che colega la Basilicata a Salerno, Napoli e a Roma.

Quella messa in atto ieri, è stata una protesta civile e pacifica, ampiamente Annunciata, portata da tutte le istituzioni territoriali della Basilicata.

Non aver avuto neppure la formale sensibilità di ricevere la delegazione appartiene al rituale della dell’arroganza.

Non è altro – prosegue il sindaco – che la traduzione dirigenziale di quello che rappresenta il cosiddetto collegamento ferroviario tra la Basilicata e la Capitale che ho più volte definito una roulette trasportistica: sai quando parti, non sai quando arrivi e se arrivi.

Tutto questo nel disconoscimento di quello che è il ruolo della città di Matera che, quale capitale europea della cultura nel 2019, rappresenterà l’Italia al cospetto dell’Europa.

Sono ancora presenti le vibranti parole del Presidente del Consiglio Matteo Renzi che denuncia ripetutamente l’isolamento della città di Matera, soprattutto nei collegamenti ferroviari.

La stazione di Ferrandina – precisa ancora il sindaco – è uno dei terminali ferroviari strategici di Matera che, a mio avviso, dovrebbe essere individuata come la stazione di Ferrandina-Miglionico-Pomarico-Matera.

Anche per tale ragione – conclude il sindaco – le passate sollecitazioni a realizzare il primo segmento del corridoio Murgia-Pollino, impone la riqualificazione e la realizzazione dell’asse viario Ferrandina-Matera-Gioia del Colle.

Attendo da Trenitalia un appuntamento nella loro sede di Roma in tempi ravvicinati per rinnovare il valore della presente denuncia e per attivare l’obbligata qualità funzionale della tratta ferroviaria che collega Roma alla Basilicata e a Matera”.