turismo.jpg
Ti trovi qui:Home»Turismo»Celebrazioni in onore di Gerardo Guerrieri
Martedì, 26 Aprile 2016 11:25

Celebrazioni in onore di Gerardo Guerrieri

Con l’inaugurazione del Centro della Creatività “Gerardo Guerrieri” a Grottole si  sono conclsce il 23 aprile,

le celebrazioni in onore del celebre lucano, esponente di spicco del mondo culturale italiano e del teatro del Novecento.

Le iniziative promosse dal Circolo culturale La Scaletta dal titolo di “Gerardo Guerrieri: trent’anni di riscoperte (1986-2016)” erano cominciate sabato 22 aprile alle 18,30 nella sede dell’associazione dove la figlia di Guerrieri, Selene, aveva presentato il suo libro “Omaggio a Gerardo Guerrieri – riscoperta di un grande intellettuale del Novecento”. Nel corso dello stesso incontro era stato proiettato il promo del documentario che il registra Fabio Segatori ha realizzato su Guerrieri.

In apertura della serata il sindaco Raffaello de Ruggieri, già autore di una pubblicazione che aveva celebrato la figura di Gerardo Guerrieri è intervenuto sottolineando: “Il ricordo di Gerardo Guerrieri non è occasionale, è quasi un appuntamento storico che unisce la sua personalità al momento vigoroso e autorevole di Matera. Viviamo un corto circuito culturale, una città considerata miserabile è diventata capitale europea della Cultura, così come un lucano ha insegnato al mondo cos’è la cultura. Tre anni fa – ha aggiunto il sindaco – La Scaletta pubblicò un mio pamphlet in cui si parlavo di creare uno spazio destinato alla comunicazione culturale; scrissi, all’epoca, sulla costruzione di uno spazio capace di rappresentare un luogo complesso in cui ospitare i fecondi rapporti dell’interdisciplinarietà culturale, in cui scambiare progetti artistici di respiro europeo. In quello scritto, sottolineavo il fatto che servisse una struttura rivoluzionaria, attuale, polifunzionale, da dedicare a Gerardo Guerrieri”. Soffermandosi ancora una volta sulla necessità di donare un luogo culturale di questo genere alla città, il sindaco ha poi ricordato alcuni degli elementi di spicco della figura di Gerardo Guerrieri.

Le celebrazioni sono proseguite alle 12,30 in via S. Francesco, a pochi passi dall’omonima chiesa, dove è stata inaugurata la targa in memoria di Gerardo Guerrieri alla presenza della moglie Anne D’Arbeloff, della figlia Selene e dei suoi familiari.

La signora D’Arbeloff, ha poi voluto visitare il Telero di Carlo Levi, “Lucania ‘61”, a Palazzo Lanfranchi, nel quale è ritratto anche Gerardo Guerrieri.

Nel pomeriggio   alle 18 a Grottole, è stato  inaugurato il Centro della Creatività “Gerardo Guerrieri”.