universita.jpg
Ti trovi qui:Home»Scuola, Università e Formazione»Scuole per l’Infanzia rinnovate negli arredi, 15 proposte presentate dopo l’Avviso pubblico del Comune

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Giovedì, 01 Agosto 2019 09:02

Scuole per l’Infanzia rinnovate negli arredi, 15 proposte presentate dopo l’Avviso pubblico del Comune

Arredi nuovi per quindici plessi scolastici che ospitano le Scuole per l’Infanzia della città. E’ l’effetto dell’Avviso pubblico emanato dal Comune di Matera con cui venivano destinati i circa 155mila euro erogati dal Fondo nazionale per il sistema integrato dei servizi di educazione e istruzione dalla nascita fino a sei anni.


per la riqualificazione dei Plessi dell’infanzia degli Istituti Comprensivi cittadini.
In risposta al bando sono pervenute 15 proposte di riqualificazione (per altrettanti Plessi dell’infanzia) attraverso l’acquisto di nuovi arredi per interni ed esterni che daranno più forza alle attività didattiche già proposte dalle scuole.
Solo per fare qualche esempio, è il caso della “G. Rodari” che, coerentemente con il progetto didattico proposto, diventerà la “Casa dei Bambini” o dell’Istituto “E. Fermi” che ha deciso di supportare anche la didattica teatrale destinata ai bimbi della fascia di età in questione.
“Tornare a scuola dal prossimo mese di settembre 2019 sarà più bello – afferma l’Assessore alla Scuola Marilena Antonicelli – i Fondi nazionali destinati alla fascia di età 0-6 ci hanno dato un grosso supporto per far fare un salto di qualità agli spazi delle nostre scuole.
Grazie ai nostri uffici, la procedura di assegnazione dei fondi è avvenuta in tempi celeri e nel rispetto della riorganizzazione dell’anno scolastico. È stato un grande lavoro di squadra ed è la dimostrazione che le Istituzioni insieme possono fare la differenza”.

299