universita.jpg
Ti trovi qui:Home»Scuola, Università e Formazione»Contributi regionali per sussidi a supporto della dislessia. Comunicazione alle famiglie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Lunedì, 25 Novembre 2019 14:11

Contributi regionali per sussidi a supporto della dislessia. Comunicazione alle famiglie

La Regione Basilicata ha pubblicato il bando relativo ai contributi per “l’acquisto di ausili/strumenti tecnologicamente avanzati a favore di persone con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA)” con la finalità di sostenere l’acquisizione di sussidi per la didattica differenziale e di strumenti tecnologicamente avanzati finalizzati ad estendere le abilità della persona

disabile o con DSA in relazione all’apprendimento scolastico. Come ogni anno, i Comuni svolgono il ruolo di tramite con la Regione Basilicata per la raccolta delle domande dei cittadini.

In particolare, Il Comune di Matera sta attivando una procedura online, mediante piattaforma digitale, per la raccolta delle istanze. Tale piattaforma, disponibile online dal prossimo 29 novembre 2019, consentirà ai cittadini di caricare le domande e i documenti obbligatori da allegare, comodamente da casa, da computer o cellulare. I documenti di spesa potranno essere scannerizzati o fotografati e allegati alla domanda anche tramite smartphone. IMPORTANTE: il cittadino dovrà assicurarsi che le foto e le scansioni dei documenti siano perfettamente leggibili.

TIPOLOGIA DI INTERVENTI

Contributi alle famiglie per l’acquisto di strumenti informatici dotati di videoscrittura con correttore ortografico e sintesi vocale e di altri strumenti alternativi, informatici o tecnologici, per facilitare i percorsi didattici di alunni con DSA, il cui riconoscimento è effettuato attraverso la diagnosi di DSA prevista dalla legge 8 ottobre 2010 n.170.

DESTINATARI

Famiglie di alunni con DSA il cui reddito ISEE, in corso di validità (secondo il nuovo modello ISEE ai sensi del DPCM 159/13), risulti uguale o inferiore a euro 15.748,78. Pertanto, le famiglie in possesso dei requisiti previsti dal bando sono invitate a provvedere tempestivamente all’aggiornamento di tale attestazione di reddito, ove necessario.

CONTRIBUTI

Il contributo è concesso nella misura del 70% della spesa ammissibile e, secondo i seguenti importi massimi erogabili: - Computer portatile o tablet: contributo massimo erogabile comprensivo di software di base e di tutte le periferiche € 400,00 (in ogni caso non superiore al 70% del preventivo) - Programmi software: contributo massimo onnicomprensivo erogabile € 300,00 (in ogni caso non superiore al 70% del preventivo) DOCUMENTI DA ALLEGARE Preventivi di spesa differenziati per la parte hardware e software (è causa di esclusione della domanda la non distinzione di tali voci).

CAUSE DI ESCLUSIONE

Saranno escluse: 1. Le domande di famiglie che non abbiano utilizzato i contributi di anni precedenti o non ne abbiano rendicontato le spese; 2. le domande in cui nel preventivo di spesa non siano stati distinti i costi dell’hardware e del software 3. le domande di acquisto di solo hardware, che non indichino espressamente, quale software (anche se a titolo gratuito) si utilizzerà con il supporto tecnologico, indicando gli estremi e le caratteristiche principali del prodotto e la effettiva disponibilità di utilizzo dello stesso.

DOCUMENTI DA ALLEGARE

- Copia del preventivo o fattura (relativa ad acquisti effettuati) indicante l’elenco degli strumenti con il dettaglio tecnico ed il relativo costo;

- copia della certificazione medica attestante la diagnosi di DSA;

- copia attestazione ISEE in corso di validità contenente i dati reddituali del nucleo familiare, non superiore a € 15.748,78;

- copia non autenticata di un documento di riconoscimento in corso di validità.

Maggiori informazioni saranno disponibili all’interno dell’Avviso che sarà pubblicato in concomitanza con l’apertura della piattaforma per la presentazione delle domande on line.