imprese.jpg
Ti trovi qui:Home»Imprese»Procedura semplificata, ai sensi degli artt. 181 e 264 del D.L. n. 34 /2020 per occupazione (ex novo e/o in rinnovo/ampliamento) di suolo pubblico, valida fino al 31 ottobre 2020

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Martedì, 26 Maggio 2020 17:36

Procedura semplificata, ai sensi degli artt. 181 e 264 del D.L. n. 34 /2020 per occupazione (ex novo e/o in rinnovo/ampliamento) di suolo pubblico, valida fino al 31 ottobre 2020

Fino al 31 ottobre vengono sospese le norme relative al processo autorizzatorio di suolo pubblico per la posa di tavolini, sedie e ombrelloni, connessi all’esercizio dell’attività di somministrazione di cibi e bevande, allo scopo di incrementare i relativi spazi di occupazione nel rispetto dei distanziamenti e contingentamenti previsti dalle attuali normative. Sono previsti tempi ridotti per le autorizzazioni come incentivo e sostegno alla ripresa immediata delle attività ormai ferme da due mesi per un avvio nella piena sicurezza per operatori e i clienti

Tipi di richiesta

  • Rinnovo/Ampliamento di carattere temporaneo dell’occupazione suolo esistente;
  • Occupazione ex-novo con carattere temporane

A chi è rivolto

  • Attività di somministrazione di cibi e bevande in bar, ristoranti, locali di intrattenimento e simili di cui all’articolo 5 della legge 25 agosto 1991, n. 287

Norme inderogabili
Restano ferme e inderogabili tutte le disposizioni vigenti in ambito di sicurezza e incolumità pubblica, sia afferenti la sicurezza stradale sia l’ordine pubblico e l’igiene e sanità pubblica. Restano in ogni caso vietati gli assembramenti il cui verificarsi comporterà, l’applicazione delle previsioni legislative dettate sul punto in materia di prevenzione della diffusione del COVID-19 e l’immediata richiesta di intervento delle autorità preposte.

Gratuità
Coerentemente con le previsioni dell’art.181 del DL n. 34 /2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 19 maggio, fino al 31 ottobre sono esonerati dal pagamento dell’occupazione di suolo pubblico (COSAP) gli esercenti che richiedono l’occupazione temporanea ex-novo o rinnovi/ampliamenti di occupazioni già avviate.

Procedura semplificata
La domanda di occupazione suolo temporanea potrà essere inviata esclusivamente in via telematica. Sarà necessario allegare la sola planimetria dell’intervento, in deroga alla normativa in materia di imposta di bollo. L’Ufficio Patrimonio procederà con l’istruttoria per l’autorizzazione e dopo l’installazione, saranno attivati monitoraggi e controlli da parte degli uffici competenti.


Nel dettaglio:

  • Per rinnovi di occupazione suolo pubblico, già autorizzate durante l’annualità 2019, la richiesta potrà essere trasmessa tramite PEC all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con autocertificazione.
  • Per richieste di ampliamenti di suolo pubblicola richiesta potrà essere trasmessa tramite PEC all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con autocertificazione e allegata planimetria ed eventuale nulla osta per l’utilizzo di spazi antistanti altri esercizi commerciali al fine di verificare che non si generino conflitti con altri privati, saranno riscontrate entro 3 giorni.
  • Per le nuove richieste di occupazione di suolo pubblico la richiesta dovrà essere trasmessa tramite PEC all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. autocertificazione e allegata planimetria ed eventuale nulla osta per l’utilizzo di spazi antistanti altri esercizi commerciali al fine di verificare che non si generino conflitti con altri privati; le relative istanze saranno riscontrate entro 7 giorni.

    Matera, 26 Maggio 2020