Ti trovi qui:Home»Notizie»Comune di Matera - Notizie

Un impegno congiunto per affrontare la crisi economica e sociale prodotta dalla pandemia: all’incontro del Forum delle attività produttive promosso dal Comune di Matera hanno preso parte il sindaco, Domenico Bennardi, l’assessore Giuseppe Digilio, il prefetto Rinaldo Argentieri, l’assessore regionale alle Attività produttive, Francesco Cupparo, e i rappresentanti delle associazioni di categoria.

L’assessore Cupparo, in particolare, è stato sollecitato sulla necessità di sostenere le imprese e i professionisti, anche attraverso il trasferimento di risorse ai Comuni.

Un impulso alla Zona economica speciale Jonica, affinchè possa finalmente diventare operativa: ieri, in videoconferenza, il commissario straordinario Giampiero Marchesi, il sottosegretario al Sud, Dalila Nesci, l’onorevole Mirella Liuzzi, il sindaco di Matera, Domenico Bennardi, e quello di Pisticci, Viviana Verri, hanno stabilito priorità e percorsi per consentire alla zona franca doganale di diventare effettivamente competitiva e produrre i risultati attesi.

In un’area di oltre mille ettari a cavallo delle regioni Basilicata e Puglia e che, insieme a Taranto, comprende anche le zone industriali di Jesce, la Martella e della Valbasento, sarà possibile beneficiare di politiche di defiscalizzazione e semplificazione burocratica, oltre a massicci investimenti destinati alle regioni del Sud per un totale di 100 miliardi di euro.

Sei laboratori per avviare le attività della prima Casa italiana delle tecnologie emergenti: in attesa della realizzazione della sede di via Ettore Majorana, l’Amministrazione comunale ha deciso di utilizzare gli spazi del villaggio digitale di piazza San Giovanni, il cosiddetto Hub di San Rocco. Qui, attraverso una selezione pubblica, importanti players internazionali della tecnologia e dell'innovazione già dal mese di luglio potranno lavorare per fare in modo che l’organizzazione degli antichi vicinati contadini si trasformi in vicinati digitali, al servizio del territorio e del suo sistema economico e sociale.

Il 74 per certo dei rifiuti prodotti in città viene differenziato: l’ultimo dato verificato si riferisce alla seconda settimana di marzo. Un trend in costante crescita, che ha consentito, al quinto mese, di superare quello che era stato fissato come obiettivo da raggiungere dopo il primo anno: cioè il 70 per cento di raccolta differenziata a ottobre 2021.

Un risultato accolto con soddifazione dal sindaco, Domenico Bennardi, che sin dalla fase di avvio del servizio, lo scorso 15 ottobre, ha concentrato gli sforzi dell’intera Amministrazione proprio sul nuovo corso dei rifiuti.

Le aziende del mobile imbottito sono strette nella doppia morsa dell’aumento vertiginoso dei prezzi delle materie prime e della concorrenza delle imprese asiatiche che hanno superato le restrizioni dovute al covid. L’assessore alle Attività produttive, Giuseppe Digilio, ha scritto al ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, per sollecitare l’attenzione sul fenomeno dell’aumento ingiustificato di alcune materie prime: legname (+35%), metalli (+50%), poliuretano (+ 45%), pellame (+15%), tessuto (+10%), plastica (+6%).

Sono frequenti le iniziative di associazioni di volontariato e gruppi spontanei per effettuare raccolte straordinarie e volontarie di rifiuti, al fine ripulire strade, parchi, giardini, piazze e aree pubbliche. Queste iniziative, oltre a consentire di migliorare il decoro di alcune aree del territorio comunale, rappresentano comportamenti positivi nonché occasioni per creare un rapporto di collaborazione tra cittadini e istituzioni, uniti per testimoniare il rispetto nei confronti del territorio e della comunità.

Per ottimizzare gli sforzi profusi, l’assessorato all’Ambiente e Sostenibilità ha predisposto linee guida e misure per la riuscita di questo genere di iniziative.

Il Comune di Matera e il CSV Basilicata hanno organizzato un ciclo di dieci incontri sul tema “Strategie per la prevenzione ed il contrasto della violenza di genere”, nell’ambito del protocollo d’intesa “Rete Donna” promosso dall’assessorato alle pari Opportunità in collaborazione con istituzioni ed enti del terzo settore.

L’obiettivo è quello di fornire ai partecipanti una formazione di base sul fenomeno della violenza di genere, da un punto di vista sia teorico che applicativo.

Matera e Firenze sono due città che, ciascuna per le proprie dimensioni, stanno attraversando una fase difficilissima e inedita nel settore del turismo e dell’ospitalità. Ma la pandemia potrebbe essere anche la porta per aprire una stagione nuova, l’occasione per riqualificare l’offerta turistica in termini di innalzamento della qualità, di destagionalizzazione dei flussi, della governance delle grandi comitive e dell’accoglienza sul territorio. Ne hanno parlato, questo pomeriggio in videoconferenza, il sindaco di Matera, Domenico Bennardi, e quello di Firenze, Dario Nardella.

L’emergenza coronavirus e la necessità di evitare assembramenti sono alla base di una nuova ordinanza del sindaco, Domenico Bennardi, che vieta l’accensione dei falò di San Giuseppe.

“L’usanza del falò può favorire l’afflusso e lo stazionamento di persone – si legge nell’ordinanza - e può, dunque, determinare la formazione di assembramenti con il conseguente venir meno del distanziamento sociale”.

Comune di Matera

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.