dal_comune.jpg
Ti trovi qui:Home»Dal Comune»Il sindaco sulla festa dell'1 maggio

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Giovedì, 28 Aprile 2016 10:25

Il sindaco sulla festa dell'1 maggio

Il valore che la giornata dell’1 maggio assegna ai lavoratori, ai loro diritti e al peso che essi hanno avuto

ed hanno nella costruzione della società civile, resta immutato. Lo sostiene il sindaco Raffaello de Ruggieri in merito alle vicende legate all’iniziativa prevista in concomitanza con questa celebrazione.

“La Costituzione italiana, riconoscendo all’art.1 il lavoro come diritto inalienabile, rappresenta un viatico al quale ispirarsi sia nei contesti istituzionali che in quelli civili e ai quali anche la città di Matera non si sottrae. Siamo profondamente convinti, come conferma la storia che ha caratterizzato la nostra comunità, che il diritto a manifestare resti elemento imprenscidibile della nostra Carta Costituzionale, purchè le condotte siano coerenti con i principi della libertà e della pace. Non si può e non si deve, d’altronde, dimenticare quanto la forza dei nostri lavoratori, le loro lotte per vedere riconosciuti i loro diritti, appartengono al percorso che ha fatto diventare i nostri territori ciò che sono. In questo senso – conclude il sindaco – riveste particolare significato il ruolo che tutti i sindacati svolgono, in rappresentanza dei lavoratori ai quali questa giornata è interamente dedicata”.