dal_comune.jpg
Ti trovi qui:Home»Dal Comune»Via ai lavori del Viale pedonale di Via Don Minzoni, collegherà Piazza Vittorio Veneto al Parco della Visitazione

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Venerdì, 07 Febbraio 2020 09:11

Via ai lavori del Viale pedonale di Via Don Minzoni, collegherà Piazza Vittorio Veneto al Parco della Visitazione

Inizieranno lunedì 10 febbraio 2020 i lavori di riqualificazione dell’asse stradale Via Don Minzoni- Via Ascanio Persio.


I lavori prevedono la realizzazione di un lungo viale che attraversa l’incrocio con via Lucana e permette il collegamento fra Piazza della Visitazione e Piazza Vittorio Veneto costituendo, un percorso privilegiato di connessione urbana dedicato principalmente ai pedoni.
Via Don Minzoni e Via Ascanio Persio verranno completamente rifatte. Si prevede la demolizione degli attuali marciapiedi e delle attuali sedi stradali e l’espianto delle piante di oleandro (n. 45) attualmente a dimora (solo lungo Via Don Minzoni), affette da patologie vegetative di varia natura. La carreggiata sarà realizzata lungo un unico piano, senza cioè la realizzazione dei marciapiedi, che si attesta sulla quota di quelli attualmente esistenti (anche per non creare problemi agli ingressi posizionati lungo il tracciato).
La viabilità pedonale sarà separata da quella veicolare con una differenziazione dei materiali (basolato in pietra calcarea) rispetto al conglomerato bituminoso della strada, e mediante l’apposizione di dissuasori da realizzarsi con paletti metallici in ferro brunito.
Lungo via Don Minzoni, approfittando della sua larghezza di circa 15 metri, sarà realizzato – scendendo da Piazza della Visitazione - un percorso pedonale molto ampio sul lato sinistro, poi un nastro stradale di adeguate dimensioni adibito alla circolazione dei veicoli ed infine, fino ai palazzi ubicati sul lato destro, un ulteriore percorso pedonale sempre in basolato affiancato a una fila di parcheggi in linea. Le linee di separazione delle varie parti descritte saranno demarcate utilizzando pietre di tonalità più scura.
Sul lato largo del viale saranno realizzate delle aiuole rettangolari in cui saranno piantate essenze arboree ad alto fusto e posizionate panchine per la fruizione dei luoghi. Sotto l’aspetto impiantistico, saranno completamente rifatti l’impianto di pubblica illuminazione e l’impianto di distribuzione dell’acqua potabile.
L’intervento su Via Ascanio Persio sarà realizzato con la stessa filosofia. Dal momento, tuttavia, che la sua dimensione è di circa 9 metri, non sarà realizzata la fila di parcheggi ed anche la zona pedonale sarà ridotta. Saranno ugualmente piantate alberature ad alto fusto ma
non saranno posizionate sedute.
Saranno rifatti, anche in questo caso, l’impianto della pubblica illuminazione (utilizzando organi illuminanti doppi posti sul lato destro a scendere ad una distanza di circa 22 metri) e l’impianto di captazione delle acque meteoriche.
Per dare il necessario decoro architettonico all’intervento e per creare una differenziazione materica utile a configurare una via preferenziale per i pedoni aumentandone il livello di sicurezza, gli attraversamenti pedonali saranno realizzati in cubetti di pietra: calcarea di colore chiaro per disegnare le strisce pedonali e porfido per la circostante matrice.
Un milione di euro circa il costo dei lavori che dovranno concludersi entro 110 giorni.