lavori_pubblici.jpg
Ti trovi qui:Home»Lavori Pubblici e Urbanistica»"Cantiere-Matera" aggiudicati i lavori a Santa Lucia alla Fontana
Giovedì, 09 Giugno 2016 10:51

"Cantiere-Matera" aggiudicati i lavori a Santa Lucia alla Fontana

“Con un ritmo programmato, dopo aver lavorato negli scorsi mesi per la predisposizione dei progetti, continuano gli affidamenti dei lavori per realizzare opere necessarie per rafforzare la qualità urbana e le funzioni culturali della città”.

Così il sindaco commenta l’aggiudicazione dei lavori per il completamento dell’ex Convento di S. Lucia alla Fontana.

“Ieri, infatti, sono stati aggiudicati all’impresa General Construction srl di Tinchi – Pisticci - precisa il sindaco – i lavori nella struttura, destinata a sede della Scuola di Alta formazione per la conservazione e il Restauro”. L’importo a base d’asta ammonta a 802.879 euro e l’intervento dovrà essere ultimato entro 12 mesi.

Si tratta di ultimare la riqualificazione dello straordinario edificio comunale per renderlo più funzionale all’uso promiscuo tra Comune e Ministero per i Beni e le Attività culturali.

Le attività riguarderanno il rifacimento e la sistemazione del piazzale interno, il ripristino e restauro della facciata della chiesa con la sistemazione dei locali attigui che verranno adibiti a laboratori.

Inoltre si procederà alla chiusura delle aree originariamente destinati alla ex sala consiliare. Nell’intervento è compreso il completamento degli impianti elettrici e di riscaldamento.

“L’operazione portata a termine – spiega l’assessore alle Opere pubbliche Antonella Prete – segna un momento importante nel contesto complessivo che sta impegnando l’amministrazione pubblica nelle azioni di valorizzazione culturale delle aree di maggiori significato del centro storico. In particolare, l’ex Convento assume un ruolo strategico nel panorama nazionale essendo una delle tre sedi italiane della prestigiosa scuola”.

Conclude il sindaco: “Un saggio detto contadino recita: ‘Giugno, falce in pugno’. Il governo della città, nel mese di giugno, infatti, aprirà cantieri per circa 14 mln. E’ stato un lavoro duro e silenzioso, come è nostro costume. Noi siamo abituati a comunicare con i fatti! Non siamo, quindi, preoccupati del chiacchiericcio sterile che serpeggia nella città, la quale merita, invece, progettualità e azioni concrete come quelle messe in campo dall’Ufficio tecnico comunale diretto dall’ing. Sante Lomurno. D’altronde, quando si costruiscono le fondamenta, il lavoro non si vede. Ora cominciano ad essere visibili i pilastri del grande progetto per Matera”.