Ti trovi qui:Home»Notizie»Comune di Matera - Notizie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Nuove straordinarie scoperte stanno emergendo nei Sassi di Matera. Nell’area di Porta Pistola, in quello che rappresenta il punto d’incontro tra gli antichi rioni Barisano e Caveoso, nel corso dei lavori di riqualificazione sono venuti alla luce ritrovamenti di grande valore storico e artistico: al centro dell’area, un edificio sacro sotterrato per tutta la sua altezza e che presenta un affresco, risalente presumibilmente al sedicesimo secolo; un’altra sorpresa riguarda un importante muro di recinzione, più arretrato rispetto al muraglione a strapiombo sulla Gravina.

Le scoperte sono state mostrate questa mattina al sindaco, Domenico Bennardi e al soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio della Basilicata, Francesco Canestrini, che hanno effettuato un sopralluogo congiunto.

“La balena Giuliana sarà riportata in vita e Matera potrà offrire al mondo intero un altro racconto della storia, straordinario e indimenticabile”. Il sindaco, Domenico Bennardi, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta questa mattina nella Sala Mandela del municipio, ha illustrato lo stato di conservazione dei resti e le iniziative per il restauro e la fruizione del gigantesco mammifero vissuto nel pleistocene e ritrovato nel 2006.

Presenti alla conferenza stampa anche il Soprintendente archeologico della Basilicata, Francesco Canestrini, la direttrice del Museo Nazionale di Matera, Annamaria Mauro, il paleontologo del dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pisa, Giovanni Bianucci, il direttore della sede di Matera dell’Istituto centrale per il restauro, Giorgio Sobrà, e l’assessore alla Cultura, Tiziana D’Oppido.

L’Amministrazione comunale ha pubblicato un Avviso per l’assegnazione di 239 loculi presso il cimitero di contrada Pantano. Si tratta di loculi che si sono liberati a seguito di estumulazioni da padiglioni completamente utilizzati, e che potranno essere richiesti per la collocazione delle salme in punti più facilmente accessibili.

La disponibilità dei 239 loculi, inoltre, comporta che in base al Regolamento di polizia mortuaria “non potranno essere assegnati loculi di nuova costruzione fino a quando non sarà completata l’assegnazione di tutti i loculi disponibili nei padiglioni di precedente costruzione, ivi compresi quelli resisi liberi a seguito di estumulazioni”.

“La Fondazione Matera-Basilicata 2019 vive ormai da tempo una situazione di stallo e di incertezza, tali da non consentire di svolgere appieno le proprie funzioni; senza il presidente e senza il direttore generale (ruolo attribuito ad interim da quasi un anno) e un avviso pubblico scaduto da mesi, la Fondazione è impossibilitata ad intraprendere iniziative e svolgere attività, mentre servirebbero azioni urgenti per rilanciarne l’impegno”.

“La Fondazione Matera-Basilicata 2019 vive ormai da tempo una situazione di stallo e di incertezza, tali da non consentire di svolgere appieno le proprie funzioni; senza il presidente e senza il direttore generale (ruolo attribuito ad interim da quasi un anno) e un avviso pubblico scaduto da mesi, la Fondazione è impossibilitata ad intraprendere iniziative e svolgere attività, mentre servirebbero azioni urgenti per rilanciarne l’impegno”.

Il sindaco, Domenico Bennardi, auspicando la designazione in tempi brevi della nuova governance, evidenzia che “il Comune di Matera non ha mai fatto mancare la disponibilità alla collaborazione e alla ricerca di soluzioni che consentano di portare la Fondazione fuori dal guado, di essere finalmente operativa e capitalizzare il lungo e importante percorso di Capitale europea della cultura”.

Per consentire di effettuare lavori di miglioramento del servizio elettrico, sono stati disposti provvedimenti temporanei per la regolamentazione della sosta e della circolazione in alcune strade del centro storico, a partire da giovedì 29 aprile prossimo.

Sono stati disposti i seguenti provvedimenti: istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta dei veicoli da giovedì 29 aprile fino a venerdì 7 maggio in via Roma, nel tratto compreso tra via Lucana e via XX Settembre/piazza Vittorio Veneto, sul lato destro del senso di marcia, dalle ore 07,00 alle ore 17,00 e comunque fino a cessate esigenze; 

L’occupazione di suolo pubblico gratuita resterà valida fino al 30 giugno prossimo. E’ l’impegno che gli assessori comunali al Bilancio, Arcangelo Colella, alle Attività Produttive, Giuseppe Digilio, e alla Mobilità Sostenibile, Raffaele Tantone, hanno assunto nel corso di un incontro con i rappresentanti di Confesercenti. Il provvedimento del Governo che dal 26 aprile consente l’attività di ristorazione all’aperto, infatti, permette di studiare e introdurre modalità in grado di favorire la ripresa delle attività che si possono svolgere anche all’aperto. Sarà altresì possibile richiedere di estendere la zona in cui collocare tavolini e sedute per garantire il distanziamento sociale previsto dalle norme, oltre che davanti e ai lati del locale, anche, laddove non fosse possibile, al di là della strada nelle immediate vicinanze del locale.

Nella più vivace economia tra quelle appartenenti all’ex Unione Sovietica, il gemellaggio tra Matera e Baku, capitale dell’Azerbaijan, ha tutte le potenzialità da cui far scaturire collaborazioni nei settori del turismo, della cultura, dell’arte, dell’artigianato e dell’agroalimentare.

L’Italia, infatti, è da diversi anni il primo partner commerciale della Repubblica Azera, con collaborazioni che vanno ben oltre il settore energetico: città d’arte come Venezia e Firenze, e regioni meridionali come la Calabria e la Sicilia, sono tra le principali destinazioni turistiche; le città universitarie di Perugia e Siena sono tra le preferite dagli studenti caucasici; a Roma, il restauro di musei e opere d’arte è stato finanziato da istituzioni azere.

Lettera aperta del sindaco Domenico Bennardi

Matera si sta preparando al G20 del 29 giugno, il giorno in cui la nostra città potrà accogliere i grandi della Terra: i ministri degli Esteri e i ministri della Cooperazione allo Sviluppo.

I protagonisti dell’evento e i temi che saranno affrontati ci fanno cogliere l’importanza di questa data. Un appuntamento di respiro globale, che raggiungerà ogni angolo del mondo: attraverso giornali e telegiornali, attraverso i social media e i racconti degli ospiti. Una straordinaria opportunità che vedrà Matera e i materani nuovamente proiettati sulla scena internazionale.

Il Consiglio comunale – nella seduta che si è svolta questo pomeriggio nell’aula magna dell’Istituto industriale “Pentasuglia” – ha approvato a maggioranza i quattro punti all’ordine del giorno.

Il Consiglio, infatti, in base alla legge 160 del 2019 ha deliberato il Regolamento per l'istituzione e la disciplina che riunisce in una sola forma di prelievo (il canone unico) le entrate di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria.